Termocoperta, come scegliere quella giusta

Con l’arrivo dei primi freddi che c’è di meglio che rannicchiarsi sotto una coperta calda? La termocoperta è la soluzione per non correre il rischio di ritrovarsi fra lenzuola gelide o, peggio, umide. E’ un po’ come il vecchio ‘prete’ messo con il braciere acceso sotto le coperte per farci trovare un piacevole tepore nelle notti invernali. Oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante e grazie ai modelli più innovativi di termocoperte in commercio il riposo notturno sarà di sicuro più confortevole e anche sicuro per via dei nuovi dispositivi ‘salva-vita’ che impediscono, in caso di sonno o dimenticanza, di incenerire il letto e chi c’è dentro. Per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze si invita a visionare il sito www.miglioritermocoperte.it.

Sul mercato si possono trovare svariati modelli di termocoperta, in diversi materiali, in poliestere o impermeabili per venire incontro ai bisogni di soggetti con incontinenza, semplici o double face con un lato in lana e uno in cotone. Ogni modello ha un comando per la regolazione della temperatura, i più sofisticati e tecnologici dispongono di doppi termostati per diversificare i gradi di calore. Ma come scegliere la termocoperta giusta e, soprattutto, in base a quali criteri selettivi? Eccone qualcuno, che può orientarvi meglio nella scelta. Intanto, verificare se le dimensioni calzano al proprio materasso, poi è sempre meglio preferire i modelli con termostato e timer in modo da regolare a priori la temperatura e lo spegnimento automatico, senza correre il rischio di addormentarsi mentre è ancora accesa.

Può sembrare banale, ma è consigliabile controllare anche la lunghezza del filo perché a letto è un conto, c’è sempre una presa in prossimità del comodino, ma se si volesse utilizzare la termocoperta, ad esempio, sul divano potrebbe essere necessario un filo più lungo, in quanto è sconsigliabile il ricorso a prolunghe elettriche. La sicurezza sempre e, comunque, al primo posto, quindi optare per prodotti che garantiscono, all’occorrenza, uno stop al funzionamento in caso di guasti o sovraccarico dell’impianto elettrico. Per finire, prima di comprarla, dare un’occhiata all’etichetta se riporta il marchio CE, a garanzia di qualità e certificazione del prodotto.